Home Notizie News Edizione ZERO del "Giir del PUT"
Edizione ZERO del "Giir del PUT" PDF Stampa E-mail
Scritto da Jerid   
Domenica 17 Aprile 2016 12:24
C'è sempre un'edizione "zero" e stavolta, domenica 17 aprile, a sperimentare il PUT (Panoramic Urban Trail) c'erano sei corsaioli, pronti a sgambettare per le bellezze di Milano: capitanati da un'energica e frizzante MariSirna, ecco, subito dietro di lei, il Barba, quindi il Mounta con Marratoneta e Jerid, selezionatore del percorso. Ma soprattutto (vista l'eccezionalità dell'evento) voilà monsieur Carnibàl, d'ora in poi "the Revenant", fresco reduce dal premio Oscar, sfilato dalle mani di Leonardo Di Caprio in ragione degli indubbi, maggiori meriti conseguiti dal nostro campione ragusano, capace stamattina - parole sue - di scappare nudo all'alba dalle lenzuola senza svegliare la severa e vigile (aggettivo) mogliettina. Al buio, poverino, terrorizzato dall'essere scoperto, anziché il pantaloncini da corsa ha indossato quelli da bici, con pattellone ingombrante che ne ha condizionato l'incedere, già incerto, lungo la quindicina di chilometri del giro. Eppure è riuscito a tenere il ritmo indiavolato dei primi, grazie all'eccezionale cilindrata che l'ha reso famoso nel gruppo, al punto da meritarsi l'ulteriore appellativo di OSGM "organismo siculo geneticamente modificato".
E gli altri? Tutto regolare, gruppo compatto discretamente in forma, al ritmo di 5' al km, circa.
Ma per andare dove? Ecco il percorso: si parte dalla comoda e sicura pista ciclabile dell'ariosa via Vittor Pisani, per affrontare poi due giri dei Giardini Pubici (si .. pubici, perché un giro, da solo, lungo il perimetro del parchetto è obbiettivamente un po' del catso), poi si prosegue verso piazza del Duomo attraverso Corso Venezia, piazza San Babila e corso Vittorio Emanuele, in quasi totale assenza di folla, perciò tutto molto affascinante.
Quindi via Dante e il Castello, attraversato all'interno, bello ...!, per sbucare in piazza del Cannone e proseguire tra i vialetti sterrati del Parco Sempione, fino alla pausa fotografica all'Arco della Pace (finalmente!). Poi si rientra nel parco per circum-correre l'Arena, destinataria dei tanti ricordi legati agli arrivi della Stramilano, e si esce verso Largo La Foppa, quindi Corso Como, con foto di gruppo ai piedi della salitella "spacca-cuore", affrontata poco dopo in allungo verso piazza Gae Aulenti, con vista mozzafiato (è proprio il caso di dirlo) sul fantastico ed imponente grattacielo Unicredit.
Infine la discesa trail nel "campo di grano", davanti al panorama del grattacielo Lombardia, e l'ennesimo allungo in risalita verso la stessa piazza, con il Bosco Verticale alle spalle, per poi concludere il giro attraversando il nuovo ponte dell'auditorium e il "giardino delle meraviglie" ai piedi del grattacielo Diamante.
Saluti e baci in via Vittor Pisani, tra gli applausi di Joe Bastianich e gli sguardi arrapati di Belen rivolti al Mounta. Si si, tutto vero, proprio davanti al loro locale.
Grazie raga, ma quanto ci siamo divertiti ...!? 
Non è mai un giorno qualsiasi

Ultimo aggiornamento Domenica 17 Aprile 2016 17:59